Baia del Silenzio

Alberto Diaspro Istituto Italiano di Tecnologia – Gli occhi del bambino esprimono meraviglia per tutte quelle cose che sente, può toccare, vedere.

L’occhio adulto si abitua a cogliere la realtà, con la sua bellezza, dal decimo di millimetro agli orizzonti lontani.

Bambini e adulti sono immersi in un nanomondo dove piccoli cambiamenti al miliardesimo di metro, diecimila volte il diametro di un capello, producono grandi cambiamenti nelle cose che li circondano e nei loro stessi corpi.

L’abilità moderna di cogliere dettagli alla nanoscala e di influenzare cambiamenti ad una scala così piccola non fanno che dilatare il senso di meraviglia che abbiamo per ciò che ci circonda, aumentare il rispetto per ciò che non conosciamo e muovere le nostre passioni verso nuove conquiste.

Questo racconteremo alla piccola Irene: una fiaba tra cuccioli di robot e piccole grandi cose.

Condividi questa paginaShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+1Pin on Pinterest1